Review e scheda tecnica mouse da gaming VicTsing CA32-ITIN

Review e scheda tecnica mouse da gaming VicTsing CA32-ITIN

Questo mouse da gaming VicTsing è l’ideale per chi preferisce giocare senza fili e desidera acquistare un prodotto da abbinare al proprio notebook. Il prodotto ha un costo molto contenuto, di soli 14,00 €, ed offre un design ergonomico che si adatta benissimo sia ai mancini che ai destrorsi.

La compagnia americana VicTsing opera ormai da diversi anni nel settore dell’elettronica di consumo, proponendo prodotti e accessori di buona qualità ad un prezzo contenuto. E questo mouse da gioco wireless non fa certo eccezione, associando il suo costo accessibilissimo a prestazioni adatte a tutti i videogiocatori che giocano spesso fuori casa, dal loro notebook.

VicTsing CA32-ITIN

La prima cosa da tenere conto quando si verifica un mouse da gaming è sicuramente la sensibilità e la precisione del sensore, due caratteristiche fondamentali in qualunque videogame. In questo il VicTsing CA32-ITIN presenta caratteristiche discrete, grazie ad un sensore ottico che si comporta bene su quasi tutte le superfici, anche lucide, ad esclusione ovviamente del vetro. La sensibilità del sensore va da 800 a 2400 DPI e il mouse viene venduto preprogrammato per il cambio rapido di sensibilità. Vi sono infatti dietro la rotella di scorrimento due piccoli tasti per regolare la sensibilità, in scatti di 400 DPI: si va dunque da 800 a 1200, 1600, 2000 e 2400 DPI. Il sensore non può essere paragonato a quelli presenti su mouse di fascia alta, ma riesce in ogni caso a svolgere discretamente il suo lavoro. È tuttavia molto importante sottolineare che, se stai cercando un mouse da competizione, dovresti virare la tua scelta su prodotti ben più costosi, come per esempio il Razer Mamba.

VicTsing CA32-ITIN

La seconda cosa da guardare quando bisogna verificare un mouse da gaming, è il comfort; dato che questo verrà usato intensamente per molte ore consecutive. Anche sotto questo aspetto il VicTsing CA32-ITIN si merita una valutazione discreta, ma sempre ben lontana dai mouse top di gamma.
La struttura di questo mouse è interamente in plastica, certamente solida ma, priva di inserti antiscivolo e antisudore. I tasti principali risultano morbidi alla pressione e silenziosi. In totale i tasti presenti sono cinque: i due principali (destro e sinistro), la rotella centrale che può anche essere pigiata, e due tasti laterali utilizzabili con il pollice. Dobbiamo dire che, nonostante la forma simmetrica lo renda utilizzabile anche dai mancini, la collocazione dei due tasti laterali sul lato sinistro compromette il pieno sfruttamento delle potenzialità di questo prodotto da parte dei mancini. Ma nel prossimo paragrafo, vedremo che il problema più grosso con questi due tasti è un altro. Anche i piedini del mouse sono in plastica, ma questo non ci meraviglia affatto data la fascia di prezzo, così come non ci stupisce il fatto che non sia possibile modificarne né il peso, né l’assetto tramite pesetti aggiuntivi. A questo proposito ti ricordiamo che il peso del mouse è di 82 gr senza batteria, e le misure sono 12,8 x 8,8 x 5 cm.

VicTsing CA32-ITIN

Come terza cosa, bisogna sempre fare caso a quali funzioni un mouse da gioco abbia, soprattutto se ci interessa usarlo per giocare a vari giochi necessitanti ognuno di impostazioni diverse. Su questo aspetto, il VicTsing CA32-ITIN non ha molto da offrire, per questo il nostro voto è appena sufficiente. Se il cambio rapido di sensibilità sia preprogammato, è particolarmente apprezzabile, l’assenza di un software per la programmazione dei due tasti laterali è un grosso punto negativo.

Concludiamo la nostra recensione con una sufficienza per quanto riguarda il collegamento del mouse al pc, che in questo caso è wireless. I videogiocatori più esperti sanno bene che la connessione wireless non è da preferire ad una connessione cablata, dato che la trasmissione radio comporta un lieve ritardo di risposta che, in alcuni momenti del gioco può risultare fatale. Inoltre, i mouse da gioco con connessione wireless, devono essere alimentati a batteria, e questo aumenta il rischio che la batteria si scarichi proprio nei momenti meno opportuni.

Per oggi la nostra recensione termina qui, intanto continua a seguirci per restare sempre aggiornato su tutto quello che riguarda l’universo eSport!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.