Numeri da capogiro per la versione mobile di PUBG

Numeri record per il gioco del colosso cinese Tencent, con il picco degli incassi in piena emergenza Covid-19.

PUBG Mobile è il gioco più redditizio del momento, infatti, nonostante le cifre raggiunte dai suoi concorrenti siano molto dignitose, appaiono quasi nulla a confronto a quello che è stato capace di fare il titolo di Tencent.

Garena Free Fire, che si piazza al secondo posto nella classifica dei giochi con più incassi nella prima metà del 2020, ha raggiunto solo un quarto di 1,3 milioni di dollari messi assieme da PUBG, senza citare i risultati ancora inferiori di giochi come Call Of Duty: Mobile e Knives Out.

Secondo i più recenti dati, la versione mobile di Pugb e la versione cinese del gioco Game for Peace, hanno raggiunto gli oltre 730 milioni di download con l’India primo mercato con 175 milioni di giocatori.

Un volume di traffico notevole che è aumentato in modo esponenziale durante i primi mesi del 2020 in corrispondenza del periodo di lock-down che ha costretto a casa milioni di persone in tutto il mondo e con i videogiochi che sono diventati tra i più diffusi metodi di evasione.

Il periodo di chiusura forzata in casa infatti ha messo a disposizione molto tempo libero ai giocatori e dato un motivo in più per provare la versione per dispositivi mobili anche a chi solitamente giocava da PC o console.

Andando a dare un’occhiata più da vicino ai numeri, gli utenti americani sono stati i secondi contributori più importanti (con circa il 14% degli acquisti in-app) seguiti dai giapponesi (5,6%). La maggior parte degli incassi è arrivata dalla versione per iOS (79%), nonostante su Android siano stati registrati il 65% dei download.

A livello di installazioni PUBG Mobile ha raggiunto quota 734 milioni in tutto il globo, di cui ben 175 milioni solo in India.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su