Laptop Gaming Acer Predator Helios 300 PH351-51

Laptop Gaming Acer Predator Helios 300 PH351-51

Descrizione Acer Predator Helios 300

Acer Predator Helios 300 PH351-51 è un interessante laptop da gaming con Intel Core i7-8750H e NVIDIA GTX 1060 6GB.

Per quanto riguarda il mercato dei PC, il settore del gaming è in costante espansione, sono sempre di più infatti i marchi che realizzano computer pensati appositamente per il gioco. Oggi ci apprestiamo a recensire l’Acer Predator Helios 300, un notebook di fascia media, che riesce però a soddisfare la maggior parte delle esigenze.

Laptop Gaming Acer Predator Helios 300 PH351-51

Anche se questo non è un top di gamma, con un prodotto simile si riescono a far girare praticamente quasi tutti i titoli più attuali in Full HD a dettagli alti. Ti ricordo che Acer Predator Helios 300 è in vendita nella versione con 16GB di RAM al prezzo di 1279 euro su Amazon.

Design

Partiamo dalla prima cosa che salta all’occhio: l’aspetto estetico ovviamente. Innanzitutto si tratta di un notebook, il cui scopo è quello di far girare i videogame, anche se può essere utilizzato anche della produttività. Il design delle linee è aggressivo, spigoloso, soprattutto abbinato alla colorazione nera e agli inserti rossi, è ed perfettamente in linea con gli standard di mercato attuali dei prodotti dedicati al gaming.

Buoni sia l’assemblaggio sia i materiali, soprattutto per il rivestimento esterno del display e per la zona del poggia polsi e della base della tastiera. In questo caso si tratta di materiale metallico rifinito con una gradevole lavorazione spazzolata. Il risultato è una struttura molto robusta, con una conseguente sensazione di solidità, davvero ottima.

Anche la tastiera sembra essere ben realizzata dal punto di vista meccanico. In questo caso parliamo di una tastiera a membrana che assicura però una corsa abbastanza profonda di 1.6 mm, e una silenziosità ammirabile. La tastiera inoltre è anche retroilluminata, completamente di colore rosso e senza possibilità essere cambiato, a differenza di quasi tutti i pc da gaming che permettono il massimo della personalizzazione. L’unica cosa personalizzabile sono i 4 tasti WASD colorati di rosso per poter essere riconosciuti più rapidamente.

Laptop Gaming Acer Predator Helios 300 PH351-51

Passiamo ora alla parte inferiore della scocca, che realizzata in plastica rigida si rimuove facilmente e consente di accedere alla componentistica interna. Helios 300 può essere aggiornato dal punto di vista dall’hardware sostituendo sia la RAM, con 32 GB massimi supportati, che i due supporti di memorizzazione, ovvero l’SSD Kingston da 128 GB e/o l’hard disk meccanico Toshiba da 1 TB.

Caratteristiche tecniche

  • Schermo: 15.6 pollici FHD IPS (pannello AUO61ED), opaco, 145 PPI
  •  CPU: Intel Core i7-7700HQ (4-core, 2.80-3.80 GHz, 6MB cache)
  • RAM: 16 GB (2x 8096 MB) DDR4 a 2133 MHz (2 slot, max. 32 GB)
  • GPU: Nvidia GeForce GTX-1060 (6 GB GDDR5) + Intel HD 630 con Nvidia Optimus
  • Archiviazione: SSD Kingston 128 GB M.2 SATA3 + HDD Toshiba 1 TB 5400 rpm
  • Connettività: Ethernet 1000, Wi-Fi ac + Bluetooth 4.0 (Atheros QCNFA344A)
  • Porte: USB 3.0, 2x USB 2.0, USB 3.1 Type-C (Gen 1), HDMI, SD, jack combo
  • Batteria: 52 Wh 4605 mAh / Alimentatore 135 watt 19V 7.1A
  • Dimensioni: 389 x 270 x 27 mm / Peso: 2.67 kg

Software

Il sistema operativo utilizzato da Helios 300 è Windows 10 Home a 64 bit con preinstallate le solite app proprietarie. Troviamo anche Acer Care Center, che permette di guardare velocemente le specifiche tecniche del laptop, monitorare lo stato di salute delle componenti e della batteria, gestire le app all’avvio e i punti di ripristino e aggiornare il sistema operativo e i principali driver.

L’audio invece è affidato al software Dolby Audio, che permette di personalizzare l’equalizzazione sonora oppure di assegnare un profilo automatico che cambi dinamicamente il range delle frequenze in base all’attività (tra film, gioco, sport e VoIP).

Tra le varie applicazioni troviamo anche PredatorSense, molto utile in quanto consente di monitorare le temperature del processore e della scheda video, oppure di modificare i profili delle ventole per migliorare il raffreddamento.

Laptop Gaming Acer Predator Helios 300 PH351-51

Esperienza d’uso

Ma parliamo ora di prestazioni e dato che abbiamo appena citato il sistema di raffreddamento partiamo proprio dalle temperature. Come accennato la dissipazione funziona in modo ottimale. Anche mettendo sotto stress questo notebook con una sessione di oltre un’ora di Prime 95 e Furmark in contemporanea, non ha mai superato i 90/92 gradi sulla CPU. Un buon valore che consente di mantenere alta la frequenza operativa dei core del processore per parecchio tempo.

Le temperature sulla scocca invece sono sicuramente migliorabili, ha infatti raggiunto i 50/55 gradi nella parte centrale della tastiera, fortunatamente in modo abbastanza delimitato.

Anche sotto sforzo le frequenze raggiungano al massimo i 3.9 GHz, per poi scendere per un paio di minuti a 3.0 GHz e infine stabilizzarsi a 2.8 GHz, che è esattamente il base clock del processore Intel Core i7 7700HQ della quale è dotato questo PC.

La scheda grafica dedicata NVIDIA GeForce GTX 1060 con 6GB di memoria dedicata permette di giocare anche a titoli odierni mantenendo delle buone prestazioni video, anche con impostazioni grafiche impostate per avere un dettaglio elevato. Giocando a Assassin’s Creed Origins per esempio, con le impostazioni grafiche impostate al massimo, si ottiene un framerate medio che si aggira intorno ai 40 fps, il che non è affatto male, considerando i limiti del caso.

L’uno difetto che vale la pena segnalare è sicuramente il display. Non stiamo parlando di un pannello disastroso, ma non è comunque nulla di eclatante. Anzi, trattandosi di un display IPS ci si aspetta una fedeltà cromatica migliore e una copertura più estesa dello standard sRGB che, invece, non raggiunge nemmeno il 70%.

Fortunatamente la luminosità è discreta, 255 nit, con un nero abbastanza profondo che consente di ottenere un rapporto di contrasto di 1200:1.  Niente male anche gli angoli di visione, grazie anche alla finitura opaca che riduce notevolmente buona parte dei riflessi.

A completare il comparto multimediale, nella zona inferiore della scocca troviamo due speaker caratterizzati da una qualità tutto sommato buona ma accompagnati da un volume che sarebbe potuto essere sicuramente più alto. Ma per questo basta utilizzare delle buone cuffie da gaming.

Per quanto riguarda l’autonomia invece, all’interno di Helios 300 troviamo un modulo da 48Wh, che si carica completamente in un paio d’ore e che nell’utilizzo come macchina da lavoro, utilizzata per gestire le mail o realizzare documenti, raggiunge anche le 5 ore di autonomia.

In caso poi di utilizzo per guardare film, Netflix o cose del genere è possibile raggiungere anche le 6 ore. Mentre purtroppo quando lo si utilizza per giocare, l’autonomia crolla a circa 1 ora, calcolando poi che rimuovendo l’alimentazione diminuiscono anche le prestazioni, l’utilizzo con la presa inserita è praticamente obbligatorio in caso lunghe sessioni di gioco.

In conclusione, questo notebook non solo è molto valido per giocare, ma è anche un’ottima macchina per lavorare, soprattutto se c’è necessità di utilizzare programmi pesanti o effettuare operazioni che richiedono una buona capacità di calcolo.

Il prezzo non è sicuramente bassissimo, anzi, sicuramente molti di voi lo considereranno comunque eccessivo, ma bisogna tenere presente che la maggior parte delle soluzioni simili ha prezzi più alti, questo pc quindi, può essere considerato un ottimo compromesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su